Novantacinque anni fa i fascisti marciarono su Roma con l’intento di istituzionalizzare la loro ideologia di violenza e morte.

Oggi qualcuno tenta di riportare indietro l’orologio della storia per ricostituire un’Italia incivile, del razzismo e dello squadrismo.

Noi diciamo No. E per riaffermare il valore dell’antifascismo promuoviamo una “marcia” di iniziative che si realizzano in tutta Italia assieme alle associazioni, ai partiti e ai movimenti democratici. Brindisi è presente. Sabato 28 ottobre, dalle ore 10.30 volantinaggio nelle scuole medie superiori della città e nei quartieri popolari, a cominciare dalla Commenda. Nel pomeriggio, dalle 18, volantinaggio con banchetto in Piazza Vittoria per informare e ricordare il disastro del fascismo dalla sua nascita fino ai rigurgiti che hanno costellato il dopoguerra seminando violenze e spargendo sangue innocente di cittadini che avevano il solo torto di voler vivere in piena libertà e democrazia. Il popolo italiano ha bandito per sempre il fascismo con la Costituzione scaturita dalla lotta di Liberazione e dal sangue dei partigiani.

Ancora una volta, mentre disoccupazione, crisi economica, disagio sociale e povertà dilagano, si propone, come finta soluzione, un’inutile guerra tra poveri (i disoccupati contro chi ha la fortuna di avere un lavoro, i giovani inoccupati contro i pensionati, gli italiani contro i migranti). Ciò accade  in un contesto internazionale da terza guerra mondiale, come denunciato da Papa Francesco. Intanto in Europa e nel mondo pericolosamente rinascono formazioni di destra che propagandano l’idea che i partiti politici e i sindacati sono tutti corrotti e inutili. Anche a Brindisi si sono verificati inqualificabili episodi di strumentalizzazione politica sul problema abitativo dei lavoratori migranti ospitati nel dormitorio. Il tentativo era quello di seminare un’ingiustificata paura dell’invasione dei “neri”. Non sono mancate le  minacce, in pieno stile fascista, contro chi da anni si batte per la giustizia sociale, l’eguaglianza e l’accoglienza.

Noi, antifascisti e democratici brindisini, affermiamo che ai problemi del disagio delle periferie della nostra città vanno date risposte in positivo, migliorando servizi e gli aiuti alle famiglie, creando reali possibilità di lavoro per i giovani per garantire loro un futuro dignitoso.  All’offensiva qualunquista e razzista, rispondiamo con i nostri presidi di antifascisti e democratici e invitiamo tutti a partecipare. La partecipazione attiva dei cittadini sotto ogni forma, come sancito dalla Costituzione, è la migliore difesa contro ogni ritorno dei fantasmi di un terribile passato.

ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL, Unione degli Studenti, Partito Democratico, Art.1 Movimento Democratico Progressista,Brindisi Bene Comune, Sinistra per Brindisi(Azione civile, Possibile, Rifondazione Comunista,Sinistra italiana), Community Hub Brindisi

Il Comitato dell’ANPI di Francavilla Fontana

Il Comitato dell’ANPI di Francavilla Fontana, ha svolto una  attenta riflessione sulla escalation che si sta verificando da parte di movimenti neofascisti e razzisti, di cui il più recente esempio è stata l’intenzione di svolgere una manifestazione nazionale il 28 ottobre, (28 ottobre 1922 avvenne la “marcia su Roma”) data nefasta per tutti gli italiani.

Il Comitato, ribadendo con forza la necessità che quella giornata rappresenti comunque un momento corale di informazione e conoscenza su ciò che quella data significa e quali sono state le distruttive conseguenze di vent’anni di fascismo, ritiene che sia necessario non solo lo sforzo di singole associazione o partiti o movimenti, ma costruire l’unità di tutte le forze democratiche, per contrapporsi efficacemente, sul piano politico, giuridico, sociale e culturale alle aberranti iniziative che stanno assumendo sempre maggiore consistenza non solo sulle piazze ma anche sul web.

Di fronte alla gravissima, preoccupante e ignobile azione antisemita che istiga all’odio razziale compiuta dagli ultras della Lazio con le immagini di Anna Frak, vittima incolpevole nei campi di concentramento della malvagità nazista, con la maglietta della Roma, l’ANPI di Francavilla proporrà nei prossimi giorni un incontro a tutte le organizzazioni democratiche per valutare la possibilità della creazione di un fronte comune che impegni le Istituzioni e i cittadini a partecipare attivamente ad una battaglia che scaturisce dalla Costituzione che  bandisce qualsiasi forma o manifestazione di fascismo e/o razzismo.

 

Il Comitato dell’ANPI di Francavilla Fontana, in occasione del 70° anniversario della nascita della Costituzione Italiana, ha definito, con la partecipazione di Donato Peccerillo – Presidente del Comitato Provinciale ANPI e Mario Carolla – Coordinatore provinciale del progetto sulla Costituzione nelle scuole, ha definito, la bozza di programma da sottoporre ai Dirigenti Scolastici di tutte le scuole cittadine.

L’ANPI, al fine di instaurare con i giovani e giovanissimi un rapporto intergenerazionale proficuo e alla pari, propone di realizzare incontri con gli studenti per promuovere la divulgazione dei valori fondanti la Costituzione della nostra Repubblica e i valori di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale.

Il Comitato ANPI di Francavilla Fontana

 

© 2017 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha