Pinto, Vittorio patriota

Pinto Vittorio fu Giuseppe e Cafiero Maria nato al Cairo Egitto il 2,1, 1917 , riconosciuto patriota dalla commissione Regionale Lombarda, nella formazione Remo Rabellotti dal 29,9,’44 al 25, 4, ‘45. Risiedeva a Brindisi il 31 marzo ‘52, in via Masaniello 13.

Attestato:

A. N. P. I.

Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.COMITATO PROVINCIALE NOVARA. Rilasciato a Novara il 06/12/ 1947

 

“ In attesa del riconoscimento ufficiale da parte della competente Commissione si dichiara che: PINTO VITTORIO di Fu Giuseppe e di Cafiero Maria nato il 01 /01/1917 al Cairo Egitto e residente a Brindisi è in possesso dei requisiti necessari per il conseguimento della qualifica di Partigiano Combattente.

Ha appartenuto al CVL per i seguenti periodi:

Div. R. Rabellotti dal 20/09/44 al 25/04/45 in qualità di capo pattuglia.

 

Si rilascia ai sensi della circolare n. 6641-3 in data 12 Marzo 1946 del Ministero Assistenza Postbellica,

 

Attestato :

COMITATO di LIBERAZIONE NAZIONALE, CORPO VOLONTARI DELLA LIBERTA’

RAGGRUPPAMENTO DIVISIONALE “ALFREDO DI DIO”

Divisione  REMO  RABELLOTTI.  ( rilasciato il 10 maggio 1945)

 

Centro di Raccolta Patrioti di Novara

PINTO VITTORIO di Fu Giuseppe e di Cafiero Maria nato il 01 /01/1917 al Cairo Egitto

residente a Brindisi in via Masaniello

Div. R. Rabellotti Ia Brigata, I° battaglione, I° plotone  in servizio continuativo dal 20/09/44, incorporato nell’esercito italiano Aeronautica ruolo spec. Marconista.

 

Note caratteristiche:

Nel periodo precedente l’insurrezione armata partecipava come capo pattuglia alla lotta clandestina, distinguendosi nell’arruolamento di patrioti e nell’opera di propaganda. Compiva pure diversi lanci di manifestini nella città e si prestava sempre volenteroso a diversi colpi di mano. Partecipava col proprio reparto in armi all’occupazione di Novara avvenuta il 26/04/ 45. Ha svolto poi azioni di pattuglia e servizio d’ordine dimostrando in ogni contingenza coraggio volontà e dedizione alla causa.

Dal settembre al 30 novembre 1944 ha fatto parte dei gruppi al piano della Val Toce e successivamente della divisione Remo Rabellotti del CVL. Per mezzo della sua attività politica sfruttando l’ascendente che godeva sui giovani patrioti arruolati, riuscì a portare il numero degli organizzati oltre la trentinae attirare nell’ordine della sue idee vari simpatizzanti tra gli intellettuali del paese- collaborò con le formazioni SAP al piano della Val Toce dal luglio 1944. Alla vigilia della insurrezione , il 20?? Aprile fu inviato coi suoi gregari alla parallela formazione di Galliate??che attendeva un lancio dagli aerei, armi e munizioni prelevati dagli uomini del 4° plotone del 2° Battaglione con sede in Pernate.

Il giorno 26/ 4 /45 partecipava al combattimento contro la colonna corazzata tedesca al cavalcavia di S. Andrea (Novara). Ottimo gregario di sicura e provata fede.

Il medesimo è pertanto ritenuto meritevole per la concessione del brevetto e della qualifica di Partigiano Combattente.

 

 

 

[ANPI Br.-Archivio di Stato Brindisi UPAPB b.84 ]

 

 

 

 

 

 

© 2019 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha