Su Brindisi sta calando il silenzio, ma confidiamo nel fatto che la giustizia farà il suo corso. Siamo vicini a quei ragazzi e a quei docenti che in quella scuola hanno vissuto direttamente una tragedia che non potranno dimenticare. Aiutiamoli a resistere, a recuperare, a ritrovare serenità e fiducia

Sta calando il silenzio, ma spero non l’attenzione su questa gravissima vicenda, che non dobbiamo archiviare o dimenticare. La giustizia faccia il suo corso e spero proprio che riesca a trovare le matrici, il movente, i colpevoli. Smettiamo con le ipotesi e lasciamo lavorare chi di dovere. Restano i problemi umani. Una ragazza non c’è più e possiamo immaginare il dolore dei suoi, inestinguibile. Un’altra sta lottando contro il male e siamo angosciati per lei, sperando non solo che ne esca ma anche che ne esca bene, viste le gravi ustioni che ha subito. Siamo vicini anche a tutti quelli, ragazzi e docenti, che in quella scuola hanno vissuto direttamente una tragedia che non potranno dimenticare. Aiutiamoli a resistere, a recuperare, a ritrovare serenità e fiducia.

Presidente nazionale ANPI Carlo Smuraglia

fiaccolata del 23 maggio

 

fiaccolata del 23

 

studenti manifestazione 26 maggio

 

 

 

 

26 maggio studenti

 

 

Proposta di un Memorial per Melissa e le vittime della strage di Brindisi.

Concorso Internazionale di idee per erigere un Memorial dedicato a Melissa Bassi, alla strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e a tutte le indifese vittime della violenza.

L’ANPI lancia la proposta per la costituzione di un comitato promotore per la campagna di raccolta fondi da attivare con un conto corrente apposito.

L’ANPI BRINDISI propone alla città ed il territorio di erigere un Memorial dedicato a Melissa Bassi, alla strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e a tutte le inermi vittime della violenza (o delle barbarie).

A seguito dell’efferato attentato alla scuola di Brindisi l ‘ANPI suggerisce la realizzazione di un segno culturale e artistico duraturo nel tempo che sia da monito alle future generazioni e pertanto rivolge un appello al mondo della scuola e agli studenti, alle associazioni, al mondo sindacale e alle forze politiche, ai cittadini affinché il tributo di sangue pagato innanzitutto dalla povera Melissa Bassi e le cicatrici indelebili lasciate nel corpo e nella mente delle giovani sue compagne siano ricordate nelle idee e nelle forme per una crescita civile del territorio.

Luoghi appropriati ad ospitare un Memorial .

A) Innanzi alla stessa scuola

B) il parco Di Giulio che l’amministrazione civica vorrebbe intitolare a Melissa Bassi:

il primo perché intimamente legato al luttuoso evento; il secondo perché prevalentemente frequentato da centinaia di giovani.

Nella scelta della realizzazione di un tale monumento dovrà imporsi una valutazione rigorosa e competente, fuori d’ogni retorica, che sia altamente rappresentativa della strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e di tutte le vittime della violenza bruta; un Memorial che sia adeguato nei linguaggi artistici della contemporaneità a comunicare tanto alle attuali quanto alle future generazioni il valore della vita e i desideri dei giovani, i sensi della solidarietà, della legalità e dei principi democratici e che sia, in ugual modo, d’insegnamento e d’esortazione a condannare senza se e senza ma l’odio, la follia criminale, le logiche mafiose, il sopruso ideologico, la discriminazione di genere ed il razzismo.

Se il Memorial dedicato a Melissa Bassi, alla strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e a tutte le inermi vittime della violenza (o delle barbarie) sarà, dovrà essere innanzitutto il monumento di tutti, non solo e innanzitutto della comunità scolastica, della comunità e del territorio ma di tutti i territori del Mediterraneo, d’Europa , del Mondo.

L’ANPI BRINDISI auspica che la collettività accolga e condivida questa proposta, che partendo da un terribile fatto di cronaca diverrà Storia e perciò motivo di alta espressione pedagogica. Pertanto, per non prestarsi a improvvisazioni e pressappochismi e affinché il Memorial dedicato a Melissa Bassi, alla strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e a tutte le inermi vittime della violenza (o delle barbarie) sia un momento di elevata rappresentatività e civiltà, ha nelle scorse giornate avviato contatti con strutture di ricerca universitaria qualificate che possono con dedizione offrire tutte le competenze del caso per individuare punti di sintesi e concretezza della proposta.

Un Memorial dedicato a Melissa Bassi, alla strage di Brindisi del 19 maggio 2012 e a tutte le inermi vittime della violenza (o delle barbarie) potrà essere progettato attraverso un concorso per idee internazionale aperto in grado di selezionare tra molteplici idee sia dei ragazzi delle scuole, sia agli artisti di professione .

il comitato provinciale dell’ANPI di Brindisi

 

 

© 2017 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha