Napoli 1943 barricate

 

Una storia organica della Resistenza nel Mezzogiorno non è stata mai scritta. Si ricordano soltanto le quattro giornate di Napoli della fine di settembre e poco più. Eppure nel breve periodo dell’occupazione tedesca, in Campania, in Puglia, in Lucania e negli Abruzzi si verificarono numerosi episodi spontanei di resistenza militare e civile ai tedeschi. Persino in Sicilia ancor prima dell’armistizio, il 2 agosto del ’43 era esplosa la rabbia popolare contro la guerra e contro i tedeschi.

E ancora prima, nell’agosto del ’42, in Puglia a Monteleone, le donne erano scese in piazza, in modo spontaneo contro la guerra, la manifestazione fu soffocata e provocò un centinaio di arresti.

Infine molti luoghi del Mezzogiorno sono avvenute stragi naziste contro civili italiani, stragi spesso sottovalutate o addirittura dimenticate, stragi che hanno sconvolto il Sud dalla Calabria all’Abruzzo.

L’ANPI di Brindisi raccoglie nel sito con la novità di una pagina dedicata a la Resistenza nel Sud, la pagina contiene documenti e testimonianze accaduti in vari luoghi del Mezzogiorno, pezzi e frammenti di storie di Resistenza al Sud, raccontate da autori diversi, per non dimenticare i sacrifici meridionali di sangue, e di eroismo, nella speranza che qualcuno continui a ricercare.

 

 

 

 

Già l’ANPI nel 2012 si era fatta promotrice di una Mostra documentaria e fotografica “VENTO DA SUD”, che partiva dallo sbarco degli alleati in Sicilia e arriva alla liberazione di Roma, con lo sguardo volto al Sud del nostro Paese, gli oltre 300 documenti selezionati raccontano la guerra, le condizioni difficili delle popolazioni meridionali, le atroci rappresaglie e l’orrore delle stragi di civili, commesse dai tedeschi ,in ritirata, ma anche i momenti di lotta e di diffusa attività anti tedesca e antifascista, a partire dalla vittoriosa insurrezione popolare delle “quattro giornate “di Napoli che liberò la città dai tedeschi, a fine settembre del 1943 o alla rivolta della popolazione di Matera del 21 settembre 1943.“VENTO DA SUD” quindi, con i suoi tredici pannelli, densi di immagini storiche, aveva sviluppato un viaggio meridionale di scoperta e di ricerca della nostra memoria, anche locale, delle radici di libertà, pace, dignità, uguaglianza, solidarietà, da cui nasce la nostra Costituzione democratica, che proprio in questo momento presente è più che mai necessario compiere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inoltre nella pagina Indice della Memoria l’ANPI di Brindisi raccoglie da tempo note biografiche degli antifascisti e dei partigiani della terra di Brindisi.

Adesso nel sito con la pagina dedicata a la Resistenza nel Sud, si intende rendere pubblici frammenti di storie di Resistenza del Mezzogiorno.

© 2017 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha