1) Pati Luceri: Elenco dei Deportati e degli Internati Militari Italiani di Brindisi e provincia

Elenco di deportati di Brindisi e provincia ricavato  dal testo di Pati Luceri :“Partigiani e antifascisti di terra d’Otranto Lecce Brindisi Taranto ” . N.B. l’autore, nella sua ricerca sugli antifascisti e i partigiani locali tiene conto anche dei deportati e gli internati militari di cui cita le varie fonti da cui ha ricavato le notizie .

ABRUZZESI Pietro. Nato il 24 marzo 1920 a Ceglie Messapica. Cocchiere. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Viene trasferito nel lager di Mauthausen il 18 agosto 1944 e poi ancora nel sottocampo di Linz (Mauthausen).Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 112.

ALLEGRETTI Luigi. Nato a Ostuni il 2 settembre 1916 e residente a Sesto San Giovanni. Impiegato. Arrestato il 14 giugno 1944. Viene carcerato a San Vittore e deportato il 1 luglio del 1944 a Bayer Leverkusen, campo Eigenheim.Cfr. Valota Giuseppe, Straikertransport, op. cit., pag. 293.

ALTAVILLA Francesco. Nato a Mesagne l’11 aprile 1923 e deceduto In Germania il 21 luglio 1944. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

AMATI Giovanni. Nato a Ostuni, il 15 agosto 1917. Contadino. Deportato in Germania. Giunge nel lager di Buchenwald l’11 marzo 1945 dove muore l’8 aprile dello stesso anno. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 136.

AMMATURO Francesco. Nato il 25 settembre 1919 a Torre Santa Susanna. Funzionario. Deportato in Germania. Giunge a Dachau il 22 settembre 1943. Viene trasferito dapprima nel lager di Dora il 3 maggio 1944 e poi a Bergen Belsen il 28 maggio e classificato come politico. Muore il 4 luglio 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 140.

ANCORA Vito. Nato 14 settembre 1922 a San Vito dei Normanni. Arrestato a Torino, viene deportato in Germania. Giunge dapprima nel lager di Dora da dove verrà successivamente trasferito nel sottocampo di Al – Elrich. Sopravvissuto.Cfr.http://www.associazioni.milano.it/aned/trosso/pdf/02-97%20giugno.pdf, pag. 30. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 142.

ANCORA Paolo. Nato il 21 novembre 1921 a San Pietro Vernotico. Deportato in Germania. Giunge nel lager di Dora il 26 maggio 1944, dove morirà il 30 agosto dello stesso anno. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 142.

ANDRISANO Cosimo. Nato a il 25 marzo 1922 a Francavilla Fontana. Arrestato in Grecia viene deportato in Germania. Giunge nel lager di Dachau il 21 aprile 1945, proveniente da quello di Flossenburg, dove era arrivato il 6 febbraio 1945. Deceduto l’11 maggio 1945. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pagg. 145 e 146.

ANGLANI Giuseppe. Nato il 4 marzo (o) 3 aprile 1925 a Ostuni. Arrestato a Milano viene deportato in Germania. Giunge nel lager di Flossenburg il 20 ottobre 1944. Verrà trasferito nel lager di Elsabe – Leitmeritz il 22 novembre 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit.,149.

ARIANO Attilio Teodato. Nato ad Oria il 21 ottobre 1910 e deceduto in Germania il 19 febbraio 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

ARDITO Cosimo. Nato a Francavilla Fontana il 30 giugno 1924 e deceduto in Germania il 29 giugno 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

ATTANASI Vincenzo. Nato il 27 aprile 1904 (o) 1906 ad Oria. Deportato in Germania, giunge nel lager di Neuengamme il 22 ottobre 1944. Trasferito successivamente nel sottocampo di Ladelund. Deceduto il 5 dicembre 1944. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 170.

BARBARELLA Antonio. Nato a Torre Santa Susanna il 15 gennaio 1914 e deceduto ia Delecke (Germania) il 3 marzo 1944. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in:, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

BARDICCHIA Vincenzo. Nato il 20 settembre 1911 a Sandonaci. Lavoratore agricolo. Deportato in Germania. Giunge a Dachau il 22 settembre 1943. Trasferito dapprima a Mauthausen il 18 agosto 1944 e poi nel sottocampo 3° (Mauthausen). Deceduto il 16 aprile 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 216.

BELLANOVA Giovanni. Nato a San Michele Salentino il 15 giugno 1923 e deceduto in Germania il 25 ottobre 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich. Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

BIANCHETTO Antonio. Nato il 24 maggio 1923 ad Oria e deceduto in Germania il 14 ottobre 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

BIANCO Angelo. Nato il 5 giugno 1914 a Torre Santa Susanna e deceduto in Germania il 14 giugno 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

BRANDI Sante. Nato a San Vito dei Normanni il 4 novembre 1915 e deceduto in Germania il 7 aprile 1945. sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

CANCELLI Alfredo. Nato ad Erchie il 4 ottobre 1919. Internato nello stammlager IX B con il numero di matricola 12105. Deceduto a Francoforte (Germania), il 5 ottobre 1943, a causa di un’incursione aerea. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in:, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

CANDIDO Antonio. Nato il 10 febbraio 1910, a San Pietro Vernotico. Muratore. Deportato in Germania, giunge nel lager di Sachsenhausen il 17 settembre 1944. Trasferito nel lager di Mauthausen il 26 febbraio 1945. Qui verrà liberato dalle truppe degli statunitensi.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 458.

CANDITA Giosuè. Nato il 24 novembre 1911 a Francavilla Fontana. Muratore. Deportato in Germania, giungerà nel lager di Sachsenhausen il 6 febbraio 1945. Classificato come politico, morirà il 14 aprile 1945 a Buchenwald.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 458.

CAPRINO Arcangelo. Nato a Torre Santa Susanna il 2 giugno 1914 e deceduto in Germania il 15 marzo 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

CAPUTI Giorgio. Nato a Francavilla Fontana il 24 giugno 1911 e deceduto a Prien am Chiemsee (Germania) il 16 luglio a Monaco di Baviera. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

CARAMIA Carmelo. Nato a Mesagne il 16 luglio 1914 e deceduto in Germania il 2 febbraio 1945. sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

CARPARELLI Paolo. Nato il 27 novembre 1923 a Fasano. Fresatore. Arrestato a Traves, viene deportato in Germania, dove giungerà il 20 marzo, nel lager di Mauthausen. Trasferito dapprima nel sottocampio di Gusen e poi ricondotto nel lager di Mauthausen, da dove sarà liberato ad opera delle truppe degli Stati Uniti.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 491.

CARRIERO CARMELO. Nato il 20 gennaio 1921 a Mesagne. Deportato in Germania, giungerà nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Liberato dal sottocampo di Muenche – Lodenfrey (Dachau) dalle truppe statunitensi.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 494.

CARRONE Luigi. Nato il 13 ottobre 1913 a Brindisi. Elettricista. Autista. Partigiano. Con il nome di battaglia Gigi milita nella 1a Divisione – Garibaldi 4 Brg. dal 1° aprile 1944 al 2 novembre e poi nella 7a Brg. Sap De Angeli. Arrestato a Torino, viene deportato in Germania. Giungerà nel lager di Mauthausen il 19 dicembre 1944.Cfr. BDPP. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 494 – 495.

CAVALLO Leonardo. Nato il 27 dicembre 1918 ad Ostuni. Deportato in Germani, giungerà nel sottocampo di Allah (Dachau) il 22 settembre 1943. Deceduto il 10 febbraio 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 521.

CHIONNA Umberto di Giacinto. Nato a Brindisi il 29 gennaio 1911 e residente a Milano. Falegname della Pirelli. Comunista. Arrestato il 2 novembre 1926 per organizzazione giovanile comunista e condannato dal T.S.D.S. (Tribunale speciale per la difesa dello Stato) a 3 anni di reclusione, per “organizzazione comunista”, verrà poi prosciolto il 10 novembre 1932. Arrestato con la stessa imputazione il 9 maggio 1931, verrà confinato a Lipari per 3 anni e successivamente diffidato. Denunciato per offese al capo del governo, denunciato al Tribunale speciale. Combatte nella 107 Brg. Garibaldi per un anno e 5 giorni. Arrestato il 17 marzo 1944 e imprigionato a San Vittore. Tra il 5 e l’8 aprile 1944 arriva nel lager di Mauthausen e viene identificato con il numero 61606. Successivamente viene trasferito a Gusen il 18 maggio 1944 ed ancora a Mauthausen il 6 marzo 1945 dove muore il 23 aprile.Cfr. G. Vignati, Anagrafe dei deportati politici milanesi caduti nei lager nazisti, pag. 298; CPC; G. Valota, Straikentransports, op. cit, pag. 322; A. Dal Pont- S. Carolini, L’Italia al confino, op. cit. pag. 1577; Ministero Assistenza Post Bellica, Comm. Ricon. Qual. Part. in Lombardia, op. cit., provincia di Pavia, Elenco 12, f. 5; Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato, 1927, Sentenza nr. 34, pp. 448 – 450.

CICCARESE Giuseppe. Nato nad Erchie il 5 gennaio 1920 e deceduto in Germania il 1l 16 aprile 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

CINIERI Giovanni. Nato a Francavilla Fontana il 23 febbraio 1923 e deceduto in Germania il 24 settembre 1944. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

CINIERI Luigi. Nato 4 febbraio 1921 a Latiano. Meccanico. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Verrà poi trasferito nel lager di Mauthausen, il 17 agosto 1944 e nel sottocampo di Saint Valentin (Mauthausen).Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 574.

CONTE Cosimo. Nato a San Vito dei Normanni il 6 ottobre 1923 e deceduto a Sankt Wolfang (Austria) il 27 maggio 1945. sepolto a Mauthausen. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

CURLO Angelo. Nato l’11 (o) 17 settembre 1921 a Fasano. Meccanico. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Trasferito nel lager di Mauthausen dove arriva il 9 dicembre 1943 e successivamente nel sottocampo di Schwechat – Floridsdorf (Mauthausen). Classificato come politico. Deceduto il 25 settembre 1944. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 668.

D’ALESSIO Gaetano. Nato ad Oria il 10 gennaio 1912 e deceduto in Germania il 4 maggio 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

D’AMICO Angelo. Nato il 18 giugno 1918 a Cisternino. Deportato in Germania, giunge nel lager di dachau il il 19 aprile 1945, da dove verrà liberato dalle truppe degli Stati Uniti.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 677.

D’IPPOLITO Francesco. Nato il 24 gennaio 1919 a Mesagne. Lavoratore agricolo. Deportato in Germania, giunge nel lager di Mauthausen il 20 marzo 1944. Verrà trasferito a Gusenato . Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 680.

DARIO Salbatore. Nato ad Erchie il 13 giugno 1917 e deceduto in Germania il 10 dicembre 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

DE BIASI Francesco. Nato a Carovigno il 7 aprile 1920. Internato con il numero di matricola 15285 e deceduto presso l’ospedale di Nurnberg / Lanwasser (Germania). Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

DE LORENZO Giovanni. Nato a Torre Santa Susanna il 10 ottobre 1912 e deceduto in Germania l’8 aprile 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

DE SIMONE Antonio. Nato il 13 luglio 1924 a Brindisi. Deportato in Germania, giunge nel lager di Flossenburg il 20 dicembre 1944. Verrà poi trasferito nel sottocampo di Mockethal (Flossenburg) il 10 gennaio 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 709.

DEGNO Leonardo. Nato il 7 dicembre 1916 (o) 1915, a San Vito dei Normanni. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Subirà poi altri due trasferimenti. Nel lager di Flossenburg, il 26 agosto 1944 e nel sottocampo di Hersbruck (Flossenburg) il 25 agosto 1944. Deceduto il 27 dicembre 1944. Cfr. Mantelli Brunello e Tranfaglia Nicola, op. cit., pag 756.

DELLO MONACO Angelo Raffaele. Nato il 27 aprile 1923 a Mesagne e deceduto Krautscheid (Germania) il 14 gennaio 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

DI BELLA Giuseppe. Nato ad Oria il 12 gennaio 1911 e deceduto in Germania il 16 febbraio 1944. sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich. Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

DI COSTE Damiano. Nato a Francavilla Fontana il 10 novembre 123 e deceduto il 19 aprile 1944 in Germania. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

DI NOI Alfredo. Nato a Brindisi il 24 agosto 1922. Marò a Navarino (Grecia). Arrestato dai tedeschi ed internato con il nr. di matricola 152536 nello stammlager XVII A presso Kaisersteinbruch dove muore di malattia il 13 ottobre 1944. Sepolto a Mauthausen. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in:, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

ELIA Pietro Santo. Nato a Ceglie Messapica il 23 ottobre 1909 e deceduto in Germania l’8 dicembre 1944. sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

ELICE Pietro. Nato il 24 novembre 1907 a Ceglie Messapica. Poliziotto. Deportato in Germania, giunge a Dachau il 5 ottobre 1944. Trasferito dapprima a Neuengamme il 22 ottobre 1944 e poi nel sottocampo di Hamburg (Neuengamme). In quest’ultimo morirà il 15 gennaio 1945. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 801.

EPIFANI Francesco. Nato a San Vito dei Normanni il 1° maggio 1922 e deceduto in Germania il 17 agosto 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

ESPOSITO Antonio. Nato il 3 aprile a Villa Castelli. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 17 marzo 1945 da dove verrà liberato dalle truppe degli stati niti.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 806.

FAGGIANO Pietro. Nato a il 21 agosto 1911 a Ceglie Messapica e deceduto il 10 dicembre 1943 in Germania. Sepolto a Berlino. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

FAGGIANO Pompilio. Nato a San Donaci (BR) il 4/6/1916, da Vincenzo e fu Storto Vita Maria nato il 4.6.16 residente a S. Donaci Via 28 ottobre 3. Arrestato il 27/2/1944. Deceduto assieme ad altri 22 italiani soppressi dalla Gestapo il giorno 12 settembre 1944 a Bolzano e qui sepolti il giorno stesso in una fossa comune, medaglia d’argento a v. m. postuma.in: http://www.venegoni.it/venegoni_sec.pdf

FIORE Luigi. Nato l’8 marzo 1892 a Ostuni. Scrivano. Partigiano in Liguria. Arrestato e deportato in Germania. Giunge nel lager di Mauthausen l’8 aprile 1944. Morto nel sottocampo di Gusen il 3 febbraio 1945. Cfr. Gemelli G., op, cit., pag. 379; Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 872.

FRANCIOSO Rosario. Nato il 13 febbraio 1913 a San Michele Salentino. Lavoratore agricolo. Deportato in Germania, giunge nel lager di Deportato da Bolzano il 5 settembre 1944 giunge a Flossenburg il 7 settembre. Successivamente viene trasferito nel lager di Dora il 6 dicembre 1944. Classificato come politico.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 899; pag. 188.

FRANCIOSO Enzo. Nato a Latiano l’8 novembre 1921 e deceduto in Germania il 2 aprile 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

GALLONE Giuseppe. Nato a San Michele Salentino il 16 agosto 1920 e deceduto in Germania il 10 febbraio 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

GASBARRO Antonio. Nato a Villa Castelli il 27 settembre 1917 e deceduto in Germania il 20 luglio 1944. Sepolto a Monaco di Baviera. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich. Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 7.

GAUDIOSI Antonio. Nato ad Oria il 27 ottobre 1916 e deceduto in Germania l’11 settembre 1944. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

GIGANTE Antonio Vincenzo. Nato a Brindisi il 3 febbraio 1901 . Muratore. Dirigente comunista. Denunciato al Tribunale speciale nel 1934, al termine di una condanna ventennale, per “costituzione del PCI, appartenenza allo stesso e propaganda”, viene internato il 3 gennaio 1942. Evaso nel settembre 1943. Diventa responsabile della Resistenza a Trieste. Catturato dai nazisti nel novembre 1944 ed ucciso nella risiera di San Saba. Medaglia d’oro al valor militare.

GRASSI Antonio. Nato il 29 ottobre 1912 a Mesagne. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Trasferito nel lager di Flossenburg, tra il 7 ed il 13 ottobre 1943, vi troverà la morte il 2 febbraio 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1050.

GRECO Procacci Addolorata. Nato il 9 febbraio 1920 a Brindisi. Arrestata nel mese di agosto a Venaria (TO), perché sospettata di tenere contatti con i partigiani, viene prima detenuta presso il Comando Nembo di Venaria, poi presso le Carceri Nuove di Torino, poi in quelle di Milano, di Bolzano ed infine deportata in Germania. Arriverà nel lager di Ravensrueck l’11 ottobre 1944. Classificata come politica. Verrà poi liberata. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1055.

GRECO Antonio. Nato a Carovigno l’8 novembre 1918 e deceduto in Germania il 19 aprile 1944. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

JURLARO Antonio. Nato il 6 luglio 1912 a San Vito dei Normanni. Commerciante. Deportato in Germania, giunge nel lager di Mauthausen il 30 novembre 1944. Deceduto il 9 marzo 1945. nel sottocampo di Melk (Mauthausen).Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1133.

LAMANNA Giovanni. Nato il 2 dicembre 1921 a Fasano e deceduto il 10 agosto 1945 in Germania. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

LECCESE Giuseppe. Nato a Sandonaci il 25 febbraio 1907 e deceduto in Germania il 30 aprile 1944. sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich. Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

LEO Cosimo. Nato a Carovigno il 1° gennaio 1919 e deceduto in Germania il 9 aprile 1945. sepolto ad Amburgo

LO RUSSO Pietro. Nato il 18 ottobre 1924 a Cisternino e deceduto il 4 agosto 1944 in Germania. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

LONOCE Luca. Nato il 4 marzo 1909 a Francavilla Fontana. Arrestato a Trieste viene deportato in Germania. Giunge nel lager di dachau il 17 dicembre 1944. Trasferito nel lager di Dachau l’11 febbraio 1945 vi morirà il giorno successivo.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1241.

LUCIANO Pasquale. Nato il 27 aprile 1915 a Brindisi. Deportato in Germania, giunge nel lager di dachau il 22 settembre 1943. Trasferito nel sottocampo di Dresden (Flossenburg) tra il 7 ed il 13 ottobre 1943.Cfr. Mantelli Brunello Tranfaglia Nicola, op. cit., 1254.

LUPARELLI Arturo. Nato a Francavilla Fontana il 13 luglio 1921 e deceduto in Germania il 5 luglio 1944. Sepolto a Berlino. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

MAGGIORE Antonio. Nato il 26 novembre 1915a Brindisi. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 15 giugno 1944. Verrà liberato dai soldati degli stati Uniti.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1275.

MALCARNO Nicola. Nato l’8 novembre 1922a Brindisi. Lavoratore agricolo. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dora, proveniente dal sottocampo di Magdeburg – Schoenebeck (Buchenwald). Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1287.

MANNOZZI Emilio. Nato a Brindisi il 14 aprile 1918 e deceduto il 12 giugno 1944 in Germania. Sepolto a Berlino. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

MANTARELLI Claudio. Nato il 24 novembre 1915 a Brindisi.Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 13 ottobre 1943. verrà successivamente trasferito a Neuengamme il 22 ottobre 1944 ed a Bergen Belsen dove morirà il 2 marzo 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1302.

MARSEGLIA Antonio. Nato il 15 gennaio ad Ostuni. Deportato in Germania, giunge a Flossenburg il 28 novembre 1944, proveniente da Buchenwald. Verrà ancora trasferito a Bergen Belsen il 10 marzo 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1348.

MASTRO Giuseppe. Nato il 23 maggio 1913 a Francavilla Fontana. Meccanico. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Trasferito a Buchenwald il 31 ottobre. Classificato come politico.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1362.

MIULLI Giacomo. Nato il 2 luglio 1913 a Cisternino. Deportato in Germania, giunge nel lager di dachau il 22 settembre 1943. Liberato dai soldati degli Stati Uniti. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1443.

MOCCIA Vincenzo. Nato ad Erchie il 28 luglio 1921 e deceduto il 7 marzo 1944 in Germania. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich. Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

MONGELLI Luigi. Nato a Brindisi il 14 giugno 1914 residente a Sesto San Giovanni. Venditore ambulante di stoffe. Arrestato a Sesto San Giovanni e carcerato a San Vittore. Deportato dapprima a Bolzano il 7 settembre 1944 e poi dal 5 al 9 ottobre dello stesso anno a Dachau dove viene identificato con il numero di matricola 113382 e poi a Gandersheim e Buchenwald. Muore a Üeberlingen tra il 5 marzo ed il 14 marzo 1945.Cfr. G. Vignati, Anagrafe dei deportati politici milanesi caduti nei lager nazisti, op. cit., pag. 325; Mantelli Brunello e Tranfaglia Nicola, op. cit., 1457; G. Valota, Straikentransports, op. cit, pag. 365.

MONTANARO Gioacchino. Nato a Ceglie Messapica il 29 marzo 1916 e deceduto in Germania il 26 gennaio 1945. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag.3.

NARCISI Vito. Nato a Fasano il 2 giugno 1922 e deceduto il 15 dicembre 1944 presso la IG Farben di Ludwigshafen am Rhein dove era costretto a lavorare. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 3.

PACIFICO Vito. Nato il 5 marzo 1915 ad Ostuni. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Verrà trasferito dapprima nel sottocampo di Leimeritz (Flossenburg) dove arriverà il 2 febbraio 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 1561.

PALUMBO Francesco Fortunato. Nato a Mesagne il 17 maggio 1920 e deceduto a Bergen Belsen (Germania) il 6 settembre 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

PERRONI Armando. Nato il 21 giugno 1916 a Brindisi. Autista. Deportato in Germania giunge a Dachau il 22 settembre 1943. Verrà po trasferito a Neuengamme il il 22 ottobre 1944. Deceduto il 1° gennaio 1945 nel sottocampo di Hamburg (Neuengamme).Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit.,1642.

PIACENTINI Antonio. Nato l’8 ottobre 1898 a Brindisi. Tessitore. Deportato in Germania, giunge nel lager di Neuengamme. Deceduto nel sottocampo di Hamburg (Neuengamme) il 10 marzo 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1663.

PIPINO Cosimo. Nato il 14 settembre 1908 ad Oria. Contadino. Deportato in Germania, giunge nel lager di Dachau il 22 settembre 1943. Verrà trasferito a Mauthausen il 9 dicembre 1943 eclassificato come politico. Subirà ancora altri due trasferimenti: dapprima a Schwecgat – Floridsdorf (Mauthausen) e poi ancora nel lager di Mauthausen dove morirà il 9 agosto 1944. Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pagg. 1684-1685.

PISANI Anselmo. Nato il 20 giugno 1920 a Brindisi. Poliziotto. Arrestato a Udine, viene deportato in Germania, dove giunge nel lager di Dachau il 29 agosto 1944. Sarà trasferito dapprima a Mauthausen il 16 settembre 1944 e poi nel sottocampo di Quarz- Melk (Mauthausen). Qui morirà il 2 gennaio 1945.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., 1688.

PRIMA Salvatore. Nato il 3 febbraio 1918 a Carovigno. Deportato a Buchenwald il 2 febbraio 1945 e qui deceduto il 28 dello stesso mese.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., p. 1736.

QUARTA Vincenzo. Nato il 9 gennaio 1923 a Brindisi. Deportato on Germania, giunge anel lager di Flossenburg il 21 dicembre 1924 dove viene classificato come politico. Successivamente viene trasferito dapprima nel sottocampo di Kamenz (Grossrosen) e poi il 26 gennaio 1945 e poi nel lager di Dachau il 16 marzo 1945 dove viene liberato dai soldati degli Stati Uniti.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 1769.

RE Francesco. Nato il 21 maggio 1897, ad Oria. Meccanico. Partigiano della 7 Brg. Sap De Angeli, dall’ 11 settembre 1943 al 21 ottobre 1944. Arrestato a Torino. Deportato in Germania giunge nel lager di Mauthausen l’11 marzo 1944. Trasferito nel sottocampo di Gusen (Mauthausen), muore il 21 ottobre dello stesso anno nel sottocampo di Erholungsheim – Harteim (Mauthausen).Cfr. BDPP; CPC; Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 1799.

ROMANO Alfredo. Nato a san Pietro Vernotico il 24 luglio 1920 e deceduto im Germania il 12 dicembre 1944. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

ROSSI Cosimo. Nato a San Vito dei Normanni il 6 ottobre 1912 e deceduto a Kaisersteinbruch (Austria) il 15 novembre 1944. sepolto a Mauthausen. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

SANSONETTI Sigismondo. Nato il 17 maggio 1917 a Fasano. Deportato in Germania giunge nel lager di Mauthausen il 13 gennaio 1944. Verrà trasferito a buchenwald il 13 dicembre 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 1917.

SAPONARO Pasquale. Nato a Francavilla Fontana il 6 ottobre 1923 e deceduto in Germania il 17 marzo 1945. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 4.

SCHIAVONE Angelo. Nato il 18 febbraio 1922 a Fasano. Cuoco. Deportato in Germani, giunge nel lager di Buchenwald il 13 marzo 1945 dove viene classificato come politico.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 1945.

SCHIRINZI Antonio. Nato ad Oria il 15 giugno 1923 e deceduto in Germania il 27 gennaio 1944. Sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 5.

SOFIA Bernardino. Nato a Ostuni(BR) il 16 settembre 1896. Residente a Milano, operaio della Pirelli. Viene arrestato in fabbrica dai nazisti per sciopero il 23 novembre 1944. Carcerato a San Vittore nel braccio tedesco, viene deportato tra il 28 novembre ed il 5 dicembre 1944 a Reichenau, da dove viene successivamente trasferito il 7 dicembre 1944 ad Erfurt – Kahla. Cfr. G. Valota, Straikentransports, op. cit, pag. 399.

STEFANIZZI Vincenzo. Nato il 24 marzo 1916 a Torchiarolo. Deportato in Germania giunge nel lager di Dachau il 22 swttembre 1943. Verrà trasferito a Natzweiler il 25 aprile 1944.Cfr. Mantelli Brunello – Tranfaglia Nicola, op. cit., pag. 2049 – 2050.

TALIENTO Donato. Nato a San Vito dei Normanni il 12 gennaio 1912 e deceduto in Germania il 23 luglio 1944. Sepolto a Francoforte sul Meno. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

TAURISANO Giosuè. Nato a Brindisi il 18 agosto 1909. Internato nello stammlager VII A con il nr. di matricola 1272270 e deceduto a Moosburg (Germania) il 20 gennaio 945. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 2.

TERRULI Quirino. Nato il 24 giugno 1904 a Cisternino. Manovale e Parrucchiere. Anarchico. Emigrato in Francia. Iscritto alla rubrica di frontiera. Deportato in Germania giunge nel lager di Buchenwald il 19 gennaio 1944, dove viene classificato come politico. Successivamente verrà trasferito dapprima nel lager di Flossenburg il 23 febbraio 1945 e poi nel sottocampo di Beneschau (Flossenburg).Cfr. CPC; Diz. Biografico degli anarchici in Italia, op. cit., 2° vol., pagg. 607 – 608; Mantelli Brunello e Tranfaglia Nicola, op. cit., pp. 2105 – 2106.

TINA Pasquale. Nato a San Vito dei Normanni il 29 settembre 1917 e deceduto in Germania il 14 ottobre 1944. sepolto ad Amburgo. Uno degli 800.000 italiani, (fra civili e militari), che, dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di aderire alla RSI, furono fatti prigionieri e deportati nei campi di concentramento tedeschi dislocati nei territori del Terzo Reich.Cfr. Zamboni Roberto, Dimenticati dallo Stato, in: http://www.robertozamboni.com/p/prova.html, alla voce “Brindisi”, pag. 6.

TRINCHERA Donato di Pietro. Nato a Ceglie Messapica, il 25 novembre 1918. Deportato dai nazisti e deceduto nel campo di Zeithan (Jugoslavia).Cfr. FIAP, op. cit., pag.275.

 

 

 

 

© 2021 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha