Carbone, Maria Angela antifascista conf.

Di Saverio  e di Urbano Maria Addolorata, n. ad Oria (BR) l’8 novembre 1901, residente in Oria, nubile, contadina, testimone di Geova.

Arrestata il 16 nov.1939 perché faceva parte della setta dei testimoni di  Geova.

Assegnata al confino per anni uno dalla CP di Brindisi con ord. Dell’8.2.1940. la C di A con ord. Del 21 giugno 1940 respinse il ricorso.

Sede di confino: Ventotene. Liberata i 20 nov.1940 per fine periodo.

Periodo trascorso in carcere ed al confino: anni 1, giorni 5.

Per lo stesso motivo della Carbone furono assegnati al confino i pugliesi: Michele Chieti, Emilio Errico e Francesco Giancaspero; ammoniti: Graziano Amen, Michele Caraffa e Nicola e vincenzo Di Cesare, Giuseppe e Michele Doria,Costantino Melcangi e Vito Polcino.

(b.200, cc. 40, 1939-1940).

[ Massara 1991 ]

Fonti:
  • [Massara 1991] Katia Massara, "Il popolo al confino - la persecuzione fascista in Puglia", Archivio centrale dello Stato Ministero per i Beni culturali e Ambientali Ufficio centrale per i beni archivistici, 1991;
  • [Confinati politici] dallo spoglio sistematico della serie archivistica Confinati politici - fascicoli personali conservata nell’Archivio centrale dello Stato. (Legenda: C P  sta per Commissione Provinciale; C A sta per Commissione di Appello;  le lettere ed i numeri tra parentesi, che sono alla fine di ogni scheda, sono la posizione della stessa nel Casellario Politico Centrale)
© 2019 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha