D’amici, Angelo Raffaele antifascista conf.

fu Teodoro e fu Fabrizio Addolorata, n. a Brindisi il 24 febbraio 1883, res. a Brindisi, coniugato con cinque figli, contadino, socialista.

Arrestato il 29 novembre 1926 per avere precedentemente svolto propaganda sovversiva tra i contadini.

Assegnato al confino per anni quattro dalla CP di Lecce con ord. del 30 novembre 1926. La C di A con ord. del 6 gennaio 1927 commutò in ammonizione.

Liberato l’8 gennaio 1927 in esecuzione della deliberazione della C di A.
Periodo trascorso in carcere: mesi uno, giorni 11.

Professò sempre idee contrarie al regime e partecipò a tutte le riunioni e ai comizi organizzati dalla locale Camera del lavoro; nel gennaio 1919 fu espulso dalla piazza militare di Brindisi. Anche dopo l’avvento del fascismo continuò a svolgere propaganda soprattutto tra i contadini.

(b. 312, ce. 24, 1926-1927).

[ Massara 1991]

Fonti:
  • [Massara 1991] Katia Massara, "Il popolo al confino - la persecuzione fascista in Puglia", Archivio centrale dello Stato Ministero per i Beni culturali e Ambientali Ufficio centrale per i beni archivistici, 1991;
  • [Confinati politici] dallo spoglio sistematico della serie archivistica Confinati politici - fascicoli personali conservata nell’Archivio centrale dello Stato. (Legenda: C P  sta per Commissione Provinciale; C A sta per Commissione di Appello;  le lettere ed i numeri tra parentesi, che sono alla fine di ogni scheda, sono la posizione della stessa nel Casellario Politico Centrale)
© 2019 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha