Mautarelli, Eupremio antifascista conf.

Doppio fascicolo A e B nel Casellario Politico Centrale

A

di Biagio e di Piccinno Cosima, n. a Brindisi il 29 aprile 1878, res. a Brindisi, coniugato con cinque figli, muratore, comunista.

Arrestato il 19 aprile 1937 per avere partecipato, alle 23,30 del 18 aprile nel retrobottega del «caffè Roma» di Brindisi, ad una riunione segreta per ascoltare radiotrasmissioni da Barcellona e Mosca.

Assegnato al confino per anni tre dalla CP di Brindisi con ord. del 28 maggio1937. La C di A con ord. del 6 dicembre 1937 respinse il ricorso.
Sede di confino: Cariati. Liberato il 16 aprile 1938 condizionalmente.
Periodo trascorso in carcere e al confino: mesi undici, giorni 29.

Nel 1923 emigrò clandestinamente in America dove si iscrisse alla setta dei «Senza Dio», rimpatriando nel gennaio 1932.

Per i nomi dei confinati e dell’ammonito per lo stesso motivo del Mautarelli vedi biografia di Cosimo Mauro.

(b. 647, fase. 1, cc. 53, 1937-1938).

B

di Biagio e di Piccinno Cosima, n. a Brindisi il 29 aprile 1878, res. a Brindisi, coniugato con cinque figli, muratore, comunista.

Arrestato il 30 settembre 1939 per aspre critiche all’indirizzo politico del governo e per vociferazioni disfattiste pronunziate con altri nella bottega del calzolaio Cosimo Cafueri.

Assegnato al confino per anni cinque dalla CP di Brindisi con ord. del 10 novembre 1939.

Sede di confino: San Costantino Calabro. Liberato il 26 maggio 1942 per commutazione in ammonizione.

Periodo trascorso in carcere e al confino: anni due, mesi sette, giorni 27.

Assieme al Mautarelli e per lo stesso motivo furono proposti per il confino: Amedeo Buzzerio, Cosimo Cafueri, Angelo Di Castri e Teodoro Fantasia; per l’ammonizione: Oreste De Nicola, Raffaele Guadalupi, Giuseppe Pichierri e Lorenzo Piliego.

(b. 647, fase. II, cc. 40, 1939 1942).

[Massara 1991]

 

Note:

vedi anche l’ intervista con il figlio Giovanni, fatta da Patrizia Miano e pubblicata da “Nuova Meridiana” 20 maggio 1994

Fonti:
  • [Massara 1991] Katia Massara, "Il popolo al confino - la persecuzione fascista in Puglia", Archivio centrale dello Stato Ministero per i Beni culturali e Ambientali Ufficio centrale per i beni archivistici, 1991;
  • [Confinati politici] dallo spoglio sistematico della serie archivistica Confinati politici - fascicoli personali conservata nell’Archivio centrale dello Stato. (Legenda: C P  sta per Commissione Provinciale; C A sta per Commissione di Appello;  le lettere ed i numeri tra parentesi, che sono alla fine di ogni scheda, sono la posizione della stessa nel Casellario Politico Centrale)
© 2019 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha