Pasimeni, Luigi antifascista

Pasimeni Luigi fu Vincenzo e di Magrì Carmela, nato a Mesagne il 27/7/1901. ivi domiciliato, contadino. Già appartenente alla disciolta Sezione Socialista di Mesagne si nota tuttora in compagnia di persone sospette c pericolose in linea politica. L’11 novembre 1924 fu arrestato perché prese parte attiva alla dimostrazione ostile al Regime avvenuta e Mesagne, in occasione della quale egli si mise in evidenza per atti di violenza commessi su persone e su cose e per oltraggio alla forza pubblica, Fu accertato, nei suoi riguardi che, in mezzo alla folla, incitandola alla violenza gridava “Carabinieri andate via, carne venduta, vigliacchi”. Fu assolto dalla Corte di Appello di Bari il 20/8/1925 per amnistia; ciò non toglie però che egli si sia manifestato capace di organizzare, dirigere e prendere parte ad azioni delittuose collettive sovversive. È  pregiudicato anche in linea di reati contro la persona e la proprietà.

Da: Miano Stamerra 2005 Brindisi 1945

Fonti:
  •  Patrizia Miano, Vittorio Bruno Stamerra : “Brindisi 1945 : l'alba della democrazia”, Brindisi, editore Hobos, anno 2005.
© 2019 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha