Dinanzi a circa 150 studenti e professori riuniti nell’aula dell’Istituto Marconi-Flacco di Brindisi si è tenuta il 27 aprile la cerimonia conclusiva, di premiazione, del concorso indetto dall’ANPI di Brindisi, Prova di Democrazia e a cui ha collaborato l’Archivio di Stato con il patrocinio della Provincia di Brindisi, l’obiettivo educativo, sociale e civico di Prova di Democrazia,  avviata in gennaio era quello di invogliare i giovani alla memoria storica del proprio Paese e in particolare del proprio territorio, come ha ampiamente spiegato la direttrice scolastica Rosaria Maci nell’ introdurre i lavori.

Il concorso ha visto la commissione giudicatrice esaminare ben 12 elaborati dei quali due hanno ricevuto il premio ex-equo , vista la particolare bravura dimostrata dai gruppi di lavoro dei ragazzi premiati e dall’impegno dei professori,coordinati dalla socia ANPI professoressa Rosella Apruzzi.

Una premiazione che ha visto la presenza di alto valore simbolico del presidente dell’ANPI di Genova , Massimo Bisca che ,con il suo intervento particolarmente seguito dai presenti nell’aula, ha ricordato alcuni dei martiri partigiani caduti nella regione Liguria di origini pugliesi a conferma di quanto  la Resistenza sia stata una lotta di tutto il popolo Italiano del Sud e del Nord ,senza divisioni.

In particolare il presidente dell’ANPI di Genova si è soffermato sulla figura del giovane brindisino Barletta Giuseppe. morto a Sestri Levante il 18 marzo 1945. Partigiano combattente , ardito ed entusiasta che si era  nel corso di dure operazioni ed in rischiose
imprese per capacità, tenacia ed elevato senso del dovere. Che con un distaccamento, attaccato di sorpresa da rilevanti forze nemiche, opponeva disperata resistenza, animando i compagni con l’esempio e battendosi sino all’ultima cartuccia. Catturato e sottoposto ad atroci sevizie, manteneva fiero ed esemplare contegno e serenamente affrontava l’estremo supplizio nel nome degli ideali di libertà.

Massimo Bisca ha ricordato a tutti come i valori della Resistenza contenuti nella Costituzione vadano difesi e rinnovati ogni giorno con l’impegno di tutti ed in particolare dalle nuove generazioni.

Si è proceduto quindi alla premiazione , a cui è seguito un breve intervento di Oscar Pronat deportato e decorato per meriti alla lotta di Liberazione, che ha raccontato parti della sua terribile esperienza di deportato ed ha esortato agli studenti ad impegnarsi al recupero della memoria storica.

 

di seguito e più in dettaglio si pubblica il resoconto della Giuria che ha generato la premiazione di Prova di Democrazia :

 


Martedì 24 aprile 2012, alle ore 17,30, presso l’IPSSS “Morvillo Falcone”, sito in via Galanti 1, a Brindisi, si è riunita la Giuria del concorso di cui al progetto “Prova di Democrazia”, promosso dal Comitato provinciale dell’ANPI nelle scuole della città, per l’a.s. 2011-2012, per procedere alla correzione degli elaborati pervenuti e assegnare per ogni sezione i premiprevisti.

La Giuria composta da:
prof. Mario Carolla – dirigente scolastico in q. (Presidente );

prof. Mimmo Tardio – docente di letteredell’IPSSS”Morvillo Falcone” di Brindisi;

prof. Massimo Guastella – docente dell’Università del Salento di Storia dell’Arte contemporanea;

prof. Sandro De Rosa – docente di lettere di s.s. di II grado;

prof.ssa Rosa Savoia – docente di sostegno di s.s. di I grado e segretaria FLC CGIL di Brindisi;

prof. Elio Galiano – docente di Storia e Filosofia di s.s. di II grado in q.;

sig.ra Claudia Nigro – esecutivo ANPI;

dott. Francesco Mingolla – medico e Vicepresidente della Provincia;

dott.ssa Francesca Casamassima– direttrice dell’ Archivio di Stato.

Sono state previste tre sezioni così come indicato sotto:

I sezione – opera letteraria: saggio breve, articolo di giornale, racconto, poesia;
II sezione – opera artistica: pittura, scultura, grafica;
III sezione – produzione che utilizzi le capacità manuali e creative: prodotto meccanico, elettrico, multimediale;

Di tutti i lavori pervenuti da varie scuole superiori di Brindisi la Giuria dopo aver stabilito i criteri di correzione degli elaborati, aver abbinato a ciascun elaborato le buste contenente i nomi degli alunni autori degli stessi e averli tutti attentamente esaminati,  ha deciso di assegnare un premio ex equo, per la III sezione, per l’originalità, la chiarezza e l’efficacia comunicativa ai lavori multimediali prodotti dalla classe III A/Mercurio dell’I.I.S.S. “Marconi-Flacco-Belluzzi” di Brindisi, coordinatrice la prof.ssa Cesira Renna e dalla IV B Programmatori dello stesso istituto. Della classe III A/Mercurio hanno collaborato gli alunni: Chiara Milazzo, Alessia Catalano, Sara Bari, Dalila Brescia, Gaia Toraldo, Irene Pascali, Valentina Alberti, Chiara Urso, Alessia Rizzo, M. Antonietta D’Adamo, Chiara Clarizia, Sara Citiolo, Francesca Bongiorno, Stefano Brogna, Annamaria Caroli.

Della classe IV B Programmatori hanno collaborato gli alunni: Fabio Calabrese, Alessia Carinola, Simone Conti, Andrea Dell’Orzo, Noemi Felline, Roberta Guadalupi, Giulia Longo.

A loro è andato il plauso convinto della platea che ha assistito alla giornata conclusiva del progetto di venerdì 27 aprile 2012 nel corso della quale si è proceduto alla premiazione degli alunni partecipanti.

La Giuria ha evidenziato una particolare segnalazione per il lavoro prodotto, per la I sezione, dalle alunne della classe III A/O.S.S. dell’IPSSS “Morvillo Falcone” di Brindisi: Annachiara Marino, Ilaria Tamburrino, Giulia Crastolla e, per la II sezione, per il lavoro realizzato dall’alunna Noemi Felline della classe IV B Programmatori dell’I.I.S.S. “Marconi-Flacco-Belluzzi” di Brindisi.
Sono stati, inoltre, segnalati i lavori realizzati dagli alunni del Liceo scientifico “Fermi” di Brindisi: Giovanni Cancellieri (III C), Silvia Sanasi (III C), Stefano Romanelli (IV C), Ilaria De Filippis (III A), Arianna Lavino (III C), Sara Risolo (IV C).”

 

 

© 2021 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha