BRINDISI 25 aprile


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuturano 24 aprile


 

Mesagne 23 aprile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francavilla 25 aprile


 

 

 

 


[..] Antonicelli rivendicava storicamente il termine Resistenza già al periodo che correva dal 1919 al 1943, “giacché sempre accanto al fascismo sorse, combatté e, nei casi che contano, non si piegò l’autentico antifascismo”; e sottolineava che l’altro periodo, il 1943-1945, anch’esso di antifascismo pieno e militante, era di origine e di tipo diverso. La loro assimilazione in un unico blocco non serviva a capire e riconoscere il legame strettissimo frala resistenza disarmata e l’iniziativa armata contro il fascismo.

L’idea avanzata da Antonicelli è suggestiva e in un certo senso rivoluzionaria per quanto riguarda la periodizzazione indicata, nella distinzione tra una lunga fase di resistenza al fascismo e un’altra più breve di azione armata contro il fascismo, distinte dalla rottura del 25 luglio 1943, “frutto combinato di astuzia e di terrore e avvenimento fatale e senza grandezza”: questa data segnò il passaggio fra l’opposizione clandestina del Ventennio e la rivolta armata del popolo, sottolineando la comparsa e l’azione complessa di nuove forze sulla scena politica e militare.[..]

(da:Manuela Consonni l’eclisse dell’antifascismo Bari 2015 pag 119)

 


Mesagne giovedì 23 aprile alle ore 18,00

Archivio di Stato di Brindisi – comitato provinciale dell’ANPI – Comune di Mesagne

IN OCCASIONE DEL 70° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E ALLA VIGILIA DEL 25 APRILE

presentano la mostra documentaria e fotografica “Sovversivi (1900 – 1943)” Le radici dell’antifascismo brindisino e mesagnese, il controllo e la repressione del dissenso politico prima, durante e dopo la dittatura. Fatti e personaggi attraverso i documenti del casellario politico della questura conservati nell’Archivio di Stato di Brindisi”. presso il Castello comunale di Mesagne – Salone nobile

L’inaugurazione della mostra sarà giovedì 23 aprile alle ore 18 nell’auditorium del Castello, dopo i saluti del sindaco di Mesagne Franco Scoditti, di Francesca Casamassima, direttore dell’Archivio di Stato, di Alessia Galiano responsabile del Servizio Cultura del Comune e di Donato Peccerillo presidente comitato provinciale dell’ANPI,

interverrà inoltre Luciano Guerzoni vice presidente nazionale ANPI.

La mostra e la sua inaugurazione rientrano nel programma di varie iniziative che le ANPI di Puglia stanno svolgendo nel 70° della Liberazione dell’Italia,


Di seguito, giovedì 23 aprile sarà aperta al pubblico la mostra documentaria e fotografica dal titolo “Sovversivi (1900–1943)” curata dall’Archivio di Stato di Brindisi, con il Comitato provinciale ANPI e il Comune di Mesagne, allestita nel salone nobile del Castello comunale.

La mostra si potrà visitare dal 23 aprile al 17 maggio 2015 dal martedì alla domenica, dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 16,30 alle 20,30. L’ingresso è libero e gratuito.

Su invito dell’Amministrazione di Mesagne, l’Archivio di Stato e l’ANPI ripropongono la mostra che a Brindisi, tra il 2013 e il 2104, ottenne un larghissimo consenso di pubblico e la arricchiscono di una ricerca del tutto inedita su fatti e personaggi della città di Mesagne (comune della provincia di Brindisi).

La maggior parte della documentazione utilizzata per l’esposizione proviene dal casellario politico della Questura, conservato nell’Archivio di Stato, con l’apporto di documenti dell’Archivio storico del Comune di Mesagne, la mostra inoltre si è avvalsa della collaborazione dell’IPSAIC (istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea).

Il percorso della mostra

Con il nome generico di “sovversivi” vennero indicati durante il governo Crispi gli oppositori politici più pericolosi. In seguito la stessa definizione fu attribuita agli antifascisti e, alla caduta del regime, agli ex squadristi e gerarchi fascisti.

La mostra prende le mosse dalle vicende dei primi “sovversivi”, i socialisti fondatori all’inizio del ‘900 delle leghe e della Camera del lavoro, come Giuseppe Prampolini e Felice Assennato per Brindisi e Francesco Pignatelli per Mesagne, e dai primi scontri tra fascisti e antifascisti, quale l’assalto alla sede del fascio di Mesagne nel 1924.

Si passa poi a descrivere l’instaurarsi della dittatura di Mussolini e gli strumenti adottati per reprimere il dissenso politico e a raccontare le storie di alcuni antifascisti – contadini, muratori, artigiani, intellettuali – che sacrificarono la loro vita e quella delle loro famiglie per opporsi al regime, fino alla sua caduta e alla ripresa dell’attività politica dei partiti. Anche in questa sezione non mancano gli approfondimenti su ‘microstorie’ mesagnesi e su alcuni personaggi che subirono il carcere o il confino, come Pietro Ostuni, Cosimo Scollato e molti altri.

A conclusione del percorso, le biografie dei due cugini mesagnesi Eugenio Santacesaria e Santo Semeraro, personaggi esemplari per il ruolo ricoperto nelle fila della lotta clandestina e per la loro condizione di fuorusciti all’estero.

 

BRINDISI, sabato 25 aprile 2015

Sabato 25 aprile alle ore 10.30 avrà luogo, presso il Monumento ai Caduti in Piazza Santa Teresa, la Solenne Celebrazione del 70° Anniversario della Liberazione.

Alla presenza del Prefetto di Brindisi e delle Autorità civili e militari della Provincia

 

A seguire, Piazzetta Sottile-De Falco, è intendimento di S.E. il Prefetto, rendere omaggio alla memoria dei caduti della Resistenza alla presenza delle massime Autorità Civili, Militari e città. Parteciperanno inoltre i partigiani Pietro Parisi e Alfredo Buzzerio.

Mesagne 25 aprile

25.04.2015 dalle ore 9,00 Esibizione a cura del Concerto Bandistico “F. Fasano – L. Leo” – Piazza IV Novembre, vie del Centro Storico, Piazza Garibaldi, Municipio.

26.04.2015

ore 18.00 Atrio Costello Comunale Esibizione della Banda Giovanile del maestro Carlo Pezzolla, a cura dell’Associazione

“Note nel Pentagramma”. A seguire il corteo “Banda giovanile e majorettes Città di Mesagne” per allietare con marce le vie del centro storico, Piazza Orsini Del Balzo, Piazza Vittorio Emanuele, Piazza Matteotti e infine Viltà Comunale.e Piazza Garibaldi.

ore 18,30 – Auditorium Castello Comunale “Sandro Pertini un uomo libero”. Incontro a cura dell’Associazione “RicreAzione” con l’intervento del Prof. Pietro Perri, Vicepresidente Nazionale “Fondazione Sandro Pertini”. Interverranno il Sindaco Franco Scoditti, il Presidente dell’Associazione “RicreaAzione” Domenico Rogoli, coordina il dibattito la scrittrice Mimma Leone

27.04.2015

ore 10,00 – “Sandro Pertini un uomo libero” Pietro Verri incontra gli studenti dell’Istituto Scolastico “Epifanio Ferdinando” di Mesagne

 

Francavilla Fontana 25 aprile

L’Amministrazione Comunale, in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo e della nascita del nuovo stato democratico fondato sui valori della Resistenza, organizza, per sabato 25 aprile 2015 alle ore 9.00 presso la chiesa del cimitero, una iniziativa per celebrare e commemorare la Festa della Liberazione.

Ore 9.00 – Celebrazione della santa messa.

Ore 9.45 – Saluti

Prof. Maurizio Bruno Sindaco di Francavilia Fontana

Alessandro Rodia Delegato ANPI di Brindisi

In memoria dei partigiani e antifascisti che hanno lottato per la conquista delle libertà democratiche interverranno: Concetta Somma,

Francesco Della Porta, Cosimo Penta, Coordina: il Prof. Alberico Balestra

La manifestazione si concluderà con la deposizione da parte del Sindaco, accompagnato dal Gonfalone della Città, di una corona di alloro presso le tombe dei partigiani.

 

 

Tuturano festeggia il 25 Aprile

Tuturano (Brindisi) Venerdì 24 Aprile alle ore 18.00, in Piazza Regina Margherita inaugurazione di una targa commemorativa dedicata al 25 Aprile 1945.

Una ammirevole iniziativa a dimostrazione di quanto siano vivi, tra le persone, gli ideali di libertà e  lo spirito democratico, l’ANPI di Brindisi si associa a tutto questo e plaude di seguito riportiamo il comunicato del Comitato cittadino di Tuturano:

Venerdì 24 Aprile alle ore 18.00, in Piazza Regina Margherita in Tuturano, alla presenza delle autorità civili e religiose, avrà luogo l’inaugurazione di una targa commemorativa dedicata al 25 Aprile 1945, in occasione del 70° anniversario. La frazione di Tuturano fino ad ora è stata priva di elementi che ricordassero questa importante data. Da ciò è scaturita la richiesta alla civica amministrazione, da parte di un comitato cittadino, di realizzare una targa che con le sue parole potesse spiegare l’importanza di tale giorno, e di conseguenza fare in modo che le nuove generazioni non lo dimentichino mai, perché senza la Storia non abbiamo futuro.

La cittadinanza è invitata.

Comitato cittadino Tuturano

 

 

 



 

Ostuni 10 aprile 2015

300 studenti e professori del Liceo Classico Antonio Calamo,in assemblea, hanno incontrato il partigiano-maratoneta della Valle d’Itria Pietro Parisi (nome di battaglia BRINDISI) e una delegazione del comitato provinciale dell’ANPI di Brindisi, nell’aula dedicata al martire della Resistenza, medaglia d’argento, maggiore Antonio Ayroldi, trucidato alle fosse Ardeatine .

 

 

 

 

 

Nell’ incontro, l’artista Massimo Zaccaria si è esibito, tra i ragazzi, in un coinvolgente monologo, lo spettacolo è ispirato alla figura di Pietro Parisi (nato a Cisternino nel 1924), contadino, partigiano con il nome di battaglia Brindisi, al fianco della brigata Garibaldi dal 1° novembre 1943 al 7 giugno 1945, l’artista recita descrivendo l’itinerario di un patriota in marcia contro il fascismo e il nemico tedesco che attraversa i drammi della Seconda Guerra Mondiale. Giustino (questo è il nome del protagonista del monologo) è un uomo semplice, arruolato a Torino come soldato, divenuto poi partigiano perché si ribella ai nazisti che gli hanno ucciso un amico. “Il ritorno” cui si allude nel titolo altro non è che il rientro a casa dei soldati stremati e straziati dalla barbarie della guerra.

I giovani hanno inoltre presentato in assemblea alcuni lavori audio e video sulla figura di Antonio Ayroldi e letto alcune delle sue lettere ai parenti.

 

© 2017 ANPI Brindisi Suffusion theme by Sayontan Sinha